News

L'idea nasce dal desiderio di ricordare, negli anni del Centenario della
Grande Guerra che stiamo vivendo, in modo non scontato e ripetitivo, il
sacrificio degli Alpini che in essa, ma anche nelle altre guerre e vicende
belliche successive, hanno perduto la vita.
Il progetto monumentale in marmo bianco di Asiago, di tre o quattro
metri di altezza, accolto favorevolmente dal Sindaco Casarotto e dalla
Giunta, e che bene s’inserisce a lato della rotonda del “Cristo” , s’ ispira
chiaramente al cappello di un alpino, privo però della penna che
fieramente portava. Essa invece giace mozza, riversa, a terra, a
significare il Caduto stesso. Nel marmo è rimasto, eloquente, un vuoto,
il lutto che ha lasciato.
A sinistra del cappello, un altorilievo sul marmo a significare la rotta di
Caporetto, o la ritirata di Russia.
Il profilo inclinato del cappello, predisposto a collimare sul Nord
Celeste, la Stella Polare, a guisa di gnomone, fa diventare questo
monumento un inedito orologio solare in cui l’ombra proiettata dal
cappello segnerà le ore tutto intorno su appositi segni marmorei infissi
sul suolo.
Il sentimento di tristezza, presente nell’osservatore, potrà stemperarsi in
un sorriso poiché lo scorrere dell' ombra delle ore che leggerà a terra
gli ricorderà, tutti i giorni, che ad ogni notte, anche la più buia, seguirà
poi , sempre e immancabilmente, un’alba nuova.
Anche le migliori intenzioni devono fare però i conti con le risorse
finanziarie disponibili, per cui la realizzazione conta non solo
sull'Amministrazione Comunale, Associazioni Alpini e di Categoria,
Commercianti, Industriali o Artigiani, ma anche sui Cittadini
particolarmente sensibili, magari anche residenti all'estero.
Tutti uniti intorno alla “Alpinità” dunque, termine sconosciuto
all’Accademia della Crusca ma concetto ben presente e vivo tra di noi
come compendio di valori antichi e generosità, altruismo e
partecipazione, in un solo “Corpo” quello degli Alpini. Auspichiamo che
tali risorse possano convergere su questo obiettivo anche se provenienti
da entità talora, su altri temi, divergenti.
Emilio Fornasa

Realizzata la mappa della città di Creola

Realizzata la planimetria su pietra di Creola, pronta per la consegna al committente


Inaugurazione monumento agli invalidi sul lavoro

Il 9 ottobre si è tenuta a Schio, in piazza Conte,   l'inaugurazione del monumento realizzato dalla Fornasa Marmi, per la 66^ Giornata per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro.


Esposizione Viart a Villa Pojana fino al 27/11/2016

Aperto anche a ferragosto dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00 A 470 anni dalla sua costruzione, una nuova opportunità di visitare la storica Villa Palladiana grazie a Confartigianato Vicenza che propone una mostra di Alto Artigianato Artistico curata da ViArt. 

 

http://www.viart.it/fornasa-marmi/